digiCamControl

Fino a poco tempo fa se gli utenti Nikon volevano avere il controllo remoto via USB della loro macchina fotografica DSLR (o come si dice secondo la terminologia inglese, fare "thetering") si dovevano dotare necessariamente del software Camera Control Pro venduto a caro prezzo dalla Nikon stessa.

Ci sono alcune opzioni freeware disponibili, ma quasi tutte offrono un controllo molto limitato. Dopo oltre un anno circa di sviluppo e beta testing, ha fatto la sua comparsa in versione stabile prima la release 1.0.0 e dopo qualche mese è uscita la 1.1.0 (ed è già in preparazione la versione 1.2.0 con ulteriori miglioramenti) del programma digiCamControl, completamente freeware ed open source (licenza GNU e le ultime beta addirittura sono distribuite con licenza MIT che è più permissiva e permette il riutilizzo del codice in qualsiasi applicazione commerciale, senza alcuna restrizione), che offre opzioni di controllo remoto decisamente migliori, anzi riesce a fare quasi qualunque operazione e non soltanto su macchine fotografiche Nikon, ma anche su macchine Canon (quelle che permettono il controllo remoto) ed alcune altre; in teoria potrebbe controllare ogni macchina compatibile WIA.

digiCamControl Splash Screen

Sviluppato originariamente in Inglese è, grazie agli sforzi della community di traduzione, già disponibile in diverse lingue; dato il grande interesse che sta suscitando questo software il numero delle lingue disponibili sarà comunque destinato ad aumentare; è già disponibile anche in Italiano, e per questo ho curato personalmente la quasi totalità della traduzione dei messaggi e dei menù del software (quindi in caso sapete con chi prendervela). Il programma può essere scaricato da questo indirizzo.

 

Requisiti di sistema ed installazione

Il digiCamControl è compatibile con i sistemi Microsoft Windows XP, Vista, 7 32 o 64 bit ed anche con il più recente Windows 8.1 32 o 64 bit.

Per funzionare richiede che sul PC siano precedentemente installati il Microsoft .NET Framework 4, scaricabile liberamente dal sito di Microsoft ed il Microsoft Camera Codec Pack anch'esso scaricabile gratis sempre da Microsoft.

L'installazione non richiede particolari accorgimenti e può essere effettuata senza problemi di sorta.

Dato che il programma è comunque destinato non al solo controllo della macchina fotografica, ma anche a scaricare e manipolare immagini e quindi file di dimensioni notevoli, sebbene non ci siano requisiti particolari di sistema indicati sul sito, si consiglia comunque di utilizzare un PC "un minimo carrozzato".

 

Caratteristiche e funzioni

  • Controllare la fotocamera in remoto da un PC Windows via USB
  • Trigger di cattura delle immagini tramite pulsante di scatto sulla fotocamera o in remoto dal computer
  • Tenere in mano la fotocamera, scattare, e ricevere le immagini risultanti visualizzate sul monitor del computer
  • Fare una serie di scatti con il bracketing con valore di esposizione o velocità dell'otturatore arbitrarie
  • Utilizzare l'intervallometro avanzato per creare una serie di immagini time-lapse e poter generare un video in time-lapse
  • Scattare una serie di fotogrammi con la messa a fuoco su piani successivi per poter fare il "foscus stacking"
  • Gestire più profili anche per macchine fotografiche differenti
  • Visualizzare a PC istogramma e metadati della foto
  • Rivedere le immagini a schermo intero
  • Gestire le preimpostazioni della fotocamera (impostazioni della fotocamera salvate)
  • La funzione Webserver consente il controllo a distanza delle funzioni dell'applicazione attraverso un browser web su uno smartphone o un tablet
  • Supporto per fotocamere multiple, è possibile controllare più macchine collegate contemporaneamente, eseguendo lo scatto delle foto in parallelo, o una per volta in rapida successione

 

Funzionalità avanzate

  • Guardare l'immagine dal vivo attraverso la macchina foto direttamente sul monitor del computer prima di scattare
  • Modalità Bulb per quelle macchine che lo permettono come ad esempio (ma l'elenco non è certo ridotto a queste sole macchine) la D800, la D4, la D600, e la D7100 aggiungendo la possibilità di definire tempi di posa personalizzati
  • Automatizzata l'incremento della messa a fuoco per poter fare il "focus stacking" 
  • Scatto innescato dal rilevamento di movimento.
Share

Share!

FacebookGoogle Bookmarks