Manfrotto 055CXPRO3

I cavalletti

Affidabili (o almeno si suppone che lo siano) compendi della nostra attrezzatura fotografica, i cavalletti si rivelano essere veramente utili quando abbiamo necessità di avere una solida base di appoggio per il nostro equipaggiamento.
Se ne trovano di tutti i tipi, e generalmente il loro costo cresce proporzionalmente al rapporto tra il peso del cavalletto ed il peso dell'equipaggiamento che questo riesce a sostenere; in parole povere se un cavalletto è particolarmente leggero e riesce a sostenere un buon carico sarà anche piuttosto caro.
Un buon cavalletto è il risultato finale tra caratteristiche molto differenti e spesso in contrasto fra loro:

  • Deve essere leggero, in modo che possa essere trasportato agevolmente
  • Deve essere il più compatto possibile una volta ripiegato, sempre per esigenze di un comodo trasporto
  • Deve essere ben rigido, per non oscillare magari sotto la semplice spinta del vento e per non flettersi con sopra l'attrezzatura
  • Deve avere l'altezza regolabile nel più ampio intervallo possibile
  • Deve potersi adattare stabilmente a qualsiasi tipo di terreno d'appoggio
  • Deve sopportare un carico adeguato, il carico massimo indicato deve essere ben superiore al peso dell'attrezzatura a cui è destinato

 

Cosa troviamo nella confezione

Ah qui facciamo davvero presto! Una volta aperta la confezione di cartone troviamo una busta di plastica con all'interno.... il cavalletto e basta!

Contenuto confezione

Un foglio garanzia ed un piccolo libretto d'istruzione. Unico vero "accessorio fornito a corredo è la chiave di regolazione del sistema di bloccaggio delle gambe, niente custodia, niente cinghia da trasporto, null'altro.

Anellino di regolazione

Costruzione

La maggior parte dei cavalletti odierni sono realizzati prevalentemente in lega d'alluminio; questo è invece, con l'obbiettivo di dare grande capacità di carico senza rinunciare alla leggerezza, realizzato con materiali straordinariamente leggeri come Fibra di Carbonio e lega di Magnesio, davvero notevole devo dire.
La notevole cura costruttiva, insieme alla grande attenzione posta nella definizione dell'ergonomia d'uso, fanno di questo oggetto davvero un esempio di buona costruzione.
Ogni dettaglio è ad una prima occhiata ben concepito, la struttura generale è ben robusta e con dimensioni più che generose, i tubi in fibra di carbonio a vista, mentre i particolari in magnesio sono, giustamente, protetti da un rivestimento.

Blocco centrale

Rimane scoperto solo il piano destinato ad accogliere una testa. Da segnalare il tocco raffinato di dotare questo piano di appoggio per la testa di 3 viti di regolazione poste a 120° per fare in modo di poter allineare perfettamente la base della testa (questo permette di poter leggere la livella a bolla del piano essendo sicuri che la testa è allineata correttamente)

Viti regolazione

Ottimo accorgimento l'inserire un anello in gomma sotto la testa per evitare colpi all'attrezzatura quando si abbassa l'asta centrale.

Utilizzo

Si vede subito che il Manfrotto 055CXPRO3 è un oggetto che è pensato ad un utenza di professionisti; le operazioni da fare per l'impiego sono subito intuitive, tutto quello su cui si deve letteralmente mettere le mani ha le dimensioni giuste, mai troppo piccolo inseguendo invano una miniaturizzazione inutile.
Molto comoda la possibilità di aprire le gambe con angoli differenti pur mantenendo il bloccaggio completo in corrispondenza dell'angolo prefissato.

Apertura gambe

La possibilità di ruotare di 90° l'asta centrale permette di avere una libertà in più che può tornare davvero comoda in alcuni casi, l'operazione può essere eseguita senza problemi con la testa e tutta la macchina fotografica montata sul cavalletto.

Asta in posizione orizzontale

Onde evitare il ribaltamento accidentale dell'asta (cosa che potrebbe causare notevoli problemi, soprattutto se sul cavalletto è montata un'attrezzatura pesante), per eseguire la rotazione bisogna premere un pulsante posto all'estremità inferiore dell'asta centrale; questo fa rientrare un nottolino di finecorsa e permette all'asta di scorrere fino in fondo e quindi al suo supporto di poter ruotare liberamente.

Estremità inferiore asta

Il blocco dell'estensione delle sezioni delle gambe è fatto mediante un morsetto azionato da una leva, molto più pratica e veloce dei meccanismi a vite presenti su molti cavalletti, ma non per questo il bloccaggio è meno forte e preciso. Grazie all'attrezzo di registrazione fornito a corredo si può fare una regolazione fine di quanto il morsetto stringe la sezione della gamba, questo permette di assicurare un bloccaggio sempre sicuro.

Leve di bloccaggio gambe

Accessori

Il Manfrotto 055CXPRO3 può essere personalizzato per alcuni usi specifici; come accessori sono infatti previsti sia dei piedini a ventosa (utili per superfici lisce), sia dei piedini con delle punte che possono però all'occorrenza essere protette con degli appoggi in gomma.

Piedini alternativi


Oltre ad una vasta gamma di teste (questo cavalletto non può essere impiegato così com'è senza l'aggiunta di una testa snodabile), ci sono anche altri "accessori" disponibili, come la cinghia da trasposto e sua la custodia.

Conclusioni

Costruito in modo eccellente, robusto, rigido, con un'ottima capacità di carico, il Manfrotto 055CXPRO3 è sicuramente un ottimo cavalletto. Grazie ai materiali leggeri come Fibra di Carbonio e lega di Magnesio il peso rimane molto contenuto, anche con l'elevato carico che può sopportare. Non proprio molto compatto con le gambe retratte (se si volesse un oggetto più compatto esiste l'equivalente con le gambe suddivise in 4 sezioni più compatto a costo di una complessiva minor rigidezza), è comunque comodamente trasportabile a spalle.
Decisamente buono se non ottimo il suo utilizzo, ben concepito e ben strutturato, nessun componente sembra essere sacrificato rispetto ad altri; con le gambe in fibra di carbonio il problema è di minore entità, ma sarebbe stato sicuramente un plus avere la zona superiore ricoperta di spugna per una presa senza inconvenienti alle basse temperature.
Per un costo a listino di oltre 500 Euro, questo cavalletto è sicuramente un oggetto eccellente, anche se proprio acquistando un oggetto di questo tipo, ci si aspetterebbe di trovare incluso nella confezione almeno una cinghia da trasporto ed una custodia!

 

Aggiornamento

Dopo un anno di utilizzo, posso dire senza dubbio che è un buon prodotto, assolutamente affidabile e decisamente robusto. Equipaggiato con una testa adeguata, è davvero un buon alleato, decisamente stabile ed in grado di reggere dei buoni carichi senza alcuna esitazione. Qui un esempio di come sopporti senza problemi, un equipaggiamento a sbalzo non proprio leggero e il mio zaino con l'attrezzatura fotografica appeso dall'altro lato come contrappeso; carico complessivo circa 15Kg

Manfrotto-055 a pieno carico

Share

Share!

FacebookGoogle Bookmarks