Blog

La Ferrania riprende la produzione di pellicole

Le origini storiche della Ferrania risalgono al lontano 1882 come fabbrica di dinamite a Cengio in Liguria, con il nome SIPE; fu poi la prima guerra mondiale a comportare un ampliamento dell'impianto e la nascita di una nuova fabbrica a Ferrania.

La riconversione post bellica dopo varie vicissitudini, portò alla nascita della "Film Cappelli–Ferrania" e nel 1938 prese il definitivo nome "Ferrania", allora dedicata alla produzione di materiali fotosensibili e macchine fotografiche.

Nel 1964 l'azienda fu acquistata dal colosso americano 3M e divenne Ferrania-3M che, spostando alcune attività della Ferrania fondò la Imation.

Ferrania Solaris

L'azienda produceva pellicole fotografiche nei formati 135 e APS col marchio Solaris, questo fino al 2007 (dal 1999 era rimasta l'unica a produrlo dopo che Kodak smise la propria produzione nel 1999), ma la produzione di pellicole per uso fotografico è definitivamente terminata nel 2009, portando negli anni successivi l'azienda a ridurre progressivamente le proprie dimensioni.

Nel 2013 una nuova azienda, denominata "FILM Ferrania s.r.l" ha acquistato la linea produttiva delle pellicole fotografiche, che include anche parte degli ultimi macchinari in uso e degli edifici industriali.

Film Ferrania ha annunciato che rientra nei propri piani industriali la produzione di pellicole fotografiche e cinematografiche e l'attività dovrebbe ripartire entro il 2014, con una pellicola BN ed una negativa colore entrambe da 100 ISO.

Nel novembre 2013 Film Ferrania ha presentato il gruppo principale di produzione, ricerca e sviluppo, formato da otto persone con esperienza pluriennale nel settore, i cui nomi e fotografie sono visibili sul sito dell'azienda; è di pochi giorni fa la notizia che la produzione di pellicole fotografiche e per riprese video è quasi pronta a partire.

Share

Rilasciato il Nikon Capture NX-D

Come si dice meglio tardi che mai! E' finalmente uscita alcuni giorni fa la versione definitiva del tanto atteso programma di Nikon per il ritocco fotografico. Come inizialmente promesso dalla Nikon stessa, anche la versione finale del programma è freeware e la versione per Windows può essere scaricata da questo indirizzo; allo stesso indirizzo è disponibile anche il manuale d'uso e devo dire che da una prima occhiata mi sembra ben fatto.

Splash screen

Un unico file per le installazioni sia a 32 che a 64 bit (attenzione che il file è bello grosso, sono circa 284Mb), promette di essere un notevole progresso nella giusta direzione. Per parecchio tempo Nikon stessa ha avuto un blog aperto ed ha raccolto molti suggerimenti pervenuti dagli utenti delle versioni precedenti e, se come sembra, ha integrato buona parte delle funzionalità richieste, questo programma sarà un bel passo avanti. Appena avrò una mezza giornata tranquilla farò un po' di prove, vediamo se saprà soddisfare le aspettative.

Share

Nuovi controlli dalla TSA

In risposta a determinate minacce terroristiche provenienti da frange Yemenite di Al Qaeda nella penisola arabica ed ancora prima al fronte Islamico NURSA in Siria, che stavano presumibilmente progettando di far esplodere un aereo di linea, è arrivata puntuale un'ulteriore stretta delle misure di sicurezza in alcuni aeroporti e soprattutto su alcune tratte di voli.

E' di pochissimi giorni fa infatti l'annuncio dell'autorità per la sicurezza dei voli che gli agenti di sicurezza possono ritirare apparecchi elettronici (quindi macchine fotografiche e cellulari inclusi) che non sono in grado di accendersi.

Mi era già capitato personalmente, per la verità piuttosto spesso, che mi venisse richiesto di accendere il tablet o la macchina fotografica durante i controlli di sicurezza fatti in aeroporto, quindi la cosa non mi giunge nuova, ma la novità è che la motivazione di una mancata accensione del dispositivo perché le batterie sono scariche non è più accettata e gli agenti della sicurezza hanno il potere di ritirare gli apparecchi giudicati "sospetti".

Adesso che state per partire per le vacanze estive con la vostra attrezzatura fotografica, caricate le batterie prima di partire mi raccomando!

Share

Presto una nuova D800?

Girano nel web già da qualche mese, ma negli ultimi giorni si rinnovano le indiscrezioni riguardo ad una prossimo annuncio di casa Nikon che pare sia in procinto di presentare un aggiornamento delle macchine della serie D800. Si presume che la presentazione e l'uscita del nuovo modello (forse D800s, ma il nome vero ancora non è noto) siano davvero imminenti, si parla addirittura di Giugno per l'annuncio ufficiale.

D800s?

Circolano già alcune indiscrezioni (le fonti sono ritenute tutte attendibili) riguardo alle caratteristiche che avrà questo nuovo corpo macchina e sono decisamente interessanti:

  • Sensore full frame da 36MP, la stessa risoluzione attualmente presente sulla D800
  • Nessun filtro anti-aliasing, come già la D800E
  • Riduzione software migliorata dell'effetto moiré (grazie alla superiore potenza di calcolo)
  • La quarta generazione del processore di immagini Expeed 4,  (potrebbe anche prendere il nome di Expeed 4a)
  • Uno schermo LCD con risoluzione aumentata rispetto a quello della D800 (non si sa se sarà anche orientabile)
  • Supporto al formato sRAW (small RAW, ma di questo si sa ancora veramente poco)
  • Stesso sistema migliorato di AF della D4s
  • Prestazioni migliorate alle basse luci (attualmente non un punto di forza della serie D800), con uno stop in più di gamma dinamica
  • 4 punti di messa a fuoco al centro
  • Sensore GPS integrato nel corpo macchina
  • Raffica fotogrammi che passa dagli attuali 4fps delle attuali D800 a 5fps (6fps con batteria supplementare MB-D12)
  • Peso ridotto rispetto alla D800 attuale, anche se non è dato sapere di quanto.

 

Sarà invece apparentemente priva di possibilità di registrazione video a risoluzione 4K (anche se probabilmente la capacità di calcolo del processore di immagini Expeed 4 lo renderebbe possibile) e pare che non avrà nemmeno il Wi-Fi integrato (cosa questa che forse a molti avrebbe fatto comodo).

Il prezzo presunto? Non è ancora dato sapere, ma verosimilmente sarà superiore a quello dell'attuale D800E.

Share

Share!

FacebookGoogle Bookmarks